Via Cirrilo-Methodiana - Itinerario culturale del Consiglio d'Europa

Cechia

Escursione a forma di stella a Velehrad

Itinerario della Via Cirillo-Methodiana in Cechia

Benvenuti in un percorso con 928,5 km di sentieri segnalati e ben curati nella Repubblica Ceca. . Un percorso che confonde il confine tra pellegrino e turista. In collaborazione con il Club escursionistico ceco, sono stati creati percorsi segnalati di lunga distanza che collegano i principali luoghi di pellegrinaggio della Moravia e della Boemia per singoli e gruppi di turisti. I sentieri dell'Itinerario Cirillo e Metodio fanno riferimento alle radici culturali degli Slavi legate all'arrivo dei fratelli tessalonicesi, i santi Cirillo e Metodio, nella Grande Moravia. Sui cartelli del Club escursionistico ceco si trovano adesivi blu scuro con il simbolo bianco della Via Cirillo-Methodiana.

Sono segnalati i sentieri in Cechia che portano a Velehrad da cinque direzioni, ad esempio da Jablunkov via Pustevny nei Monti Beschidi, da Skalka vicino a Trenčín in Slovacchia via Uherské Hradiště, o da Šaštín attraverso i siti della Grande Moravia di Kopčany e Mikulčice. È anche possibile camminare da Levý Hradec, vicino a Praga, passando per Sázava e Křtiny, o da Svatý Kopeček passando per Olomouc e Kroměříž. 

Cosa ci aspetta?

Il nostro consiglio:

Portate con voi cibo e bevande in abbondanza, poiché in alcuni tratti del sentiero non è possibile acquistare cibo durante l'escursione. 

Da che parte stiamo camminando?

Distribuzione consigliata delle tappe di un giorno, compreso l'alloggio nelle destinazioni finali.

Wisla (PL) - Velehrad

Il percorso, lungo 200 km, vi condurrà per lo più attraverso la piacevole campagna della Slesia e della Valacchia morava. Si può partire da Visla, in Polonia, nota località turistica e sportiva, e proseguire attraverso Malý e Velký Stožek fino a Jablunkov, nella Repubblica Ceca. Qui potrete visitare il Museo del Mondo, unico nel suo genere, e la Biblioteca della Bibbia, situata in un ex monastero. Durante il viaggio attraverso i Monti Beschidi della Moravia-Slesia - una vasta area paesaggistica protetta della Repubblica Ceca - scalerete molte montagne, come Kozubová, Vyšní Kamenitý o Bílý Kříž. Attraverso la popolare località di Bílá, frequentata dai turisti tutto l'anno, e l'altrettanto popolare Pustevny si raggiunge Radhošt', a 1129 m sul livello del mare. Da qui si può proseguire per Rožnov pod Radhoštěm, con il suo Museo all'aperto della Valacchia, o per Svatý Hostýn, importante luogo di pellegrinaggio, fino a Velehrad, importante luogo di venerazione dei Santi Cirillo e Metodio.

Velehrad - Mikulov

Il percorso collega tre grandi catene montuose, ovvero Chřiby, il Carso moravo e l'area protetta di Pálava, e collega inoltre luoghi con una ricca tradizione spirituale e culturale. Velehrad, Křtiny, Brno, Rajhrad e Mikulov. Gli amanti della natura troveranno pane per i loro denti. Sul territorio della Repubblica Ceca, il percorso unisce il Cammino di Cirillo e Metodio e il Cammino di Santiago e prosegue da Mikulov verso l'Austria e l'Italia.

Svatý Kopeček - Velehrad

Il percorso della Via Cirillo e Metodio rappresenta un collegamento ideologico tra gli inizi della struttura ecclesiastica nel periodo della Grande Moravia e l'attuale centro della Chiesa Moravia. Il percorso segnalato inizia dalla Basilica della Visitazione della Vergine Maria a Svatý Kopeček, vicino a Olomouc, una meta popolare per gli ammiratori della bellezza barocca e per molti pellegrini, nonché il cuore della parrocchia, dove si svolgono i misteri più preziosi della fede. I nostri passi ci portano poi a Olomouc, sede dell'arcivescovo metropolita di Moravia, diretto successore dell'arcivescovo Metodio. Olomouc vanta un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO: la Colonna della Santissima Trinità, il Palazzo Arcivescovile e la Cattedrale di San Venceslao. Nel periodo della Grande Moravia, Olomouc era un luogo strategico all'incrocio delle rotte commerciali. Lungo il percorso si può visitare il santuario di Dub nad Moravou. Il bellissimo santuario barocco con due guglie alte 59 metri è una delle chiese più grandi della Moravia. Il percorso prosegue attraverso Tovačov, dominato dall'omonimo castello con una torre alta 96 metri. Si passa anche per i famosi laghi e stagni di Tovačov. Un'altra tappa interessante è la città di Kroměříž, che nel 1997 è stata dichiarata la più bella città storica della Repubblica Ceca e un anno dopo il locale Castello Arcivescovile, insieme al Giardino dei Fiori e al Giardino del Castello, è stato inserito nella lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Il percorso termina a Velehrad, dove i sentieri Cirillo e Metodio convergono da diverse direzioni.

Skalka vicino a Trenčín - Velehrad

Il percorso Skalka u Trenčína - Velehrad collega alcuni dei più antichi luoghi di pellegrinaggio sul confine tra Moravia e Slovacchia e riporta all'epoca dei monasteri medievali, quando si stava formando il pensiero cristiano. Questo ha portato gli Slavi, che erano impegnati nella tratta degli schiavi, a trovare la loro dignità interiore e a far fiorire la propria cultura, anche nella scrittura, con l'introduzione della prima scrittura slava, l'alfabeto glagolitico. Seguite le orme dell'eredità della Grande Moravia attraverso l'affascinante paesaggio dei Carpazi Bianchi (Riserva della Biosfera dell'UNESCO) e degli Altipiani di Prakšická e ascoltate le storie che lo fanno rivivere. Scoprirete vere e proprie gemme: imponenti luoghi di pellegrinaggio, la pittoresca Kopanice nei dintorni di Žítková, il notevole museo di Bojkovice, la cultura termale della magnifica Luhačovice e la città reale di Uherské Hradiště, nonché la Città Vecchia e Modra legate al periodo della Grande Moravia. Il Sentiero di Cirillo e Metodio si snoda quindi come un filo di perle in luoghi che hanno influenzato in modo significativo l'ambiente culturale locale. Gli innumerevoli eventi culturali associati all'atmosfera unica e all'ospitalità lungo questo percorso sono la prova che la popolazione locale trae ancora la sua forza vitale dalle tradizioni e dalla natura preservata. Lasciatevi ispirare da loro!

Hodonín - Velehrad

L'itinerario inizia a Hodonín, dove ci sono buoni collegamenti in treno e autobus. Da lì, ci si dirige verso l'importante centro della Grande Moravia: il Parco archeologico di Mikulčice-Kopčany. A Mikulčice si trova un vasto sito archeologico, a Kopčany l'ultima chiesa parzialmente conservata del IX secolo. Entrambi i luoghi sono oggi collegati dalla passerella della Grande Moravia. Proseguite verso Holíč, l'antica residenza estiva della famiglia Asburgo, dove si trova un castello barocco con fortificazioni. Non dimenticate di visitare la città reale di Skalica, con una ricca storia che risale all'età della pietra. Da Skalica passerete attraverso un totale di quattro porti sul Canale di Bata. Approfittate dell'occasione per noleggiare una barca e provare a navigare su questa opera di ingegneria unica. Lungo il percorso, non perdete Petrov, famosa per le sue cantine dipinte in modo ornamentale a Plzeň. Da vedere anche Strážnice con il suo museo all'aperto - il Museo dei villaggi della Moravia sudorientale - e il castello con il suo parco, sede di un festival folcloristico internazionale. Da qui si prosegue attraverso la campagna disabitata. Godetevi soprattutto le pinete vicino a Bzenec, che a settembre e ottobre sono una meta annuale per i raccoglitori di funghi. Il percorso prosegue in aperta campagna tra campi e vigneti. Grazie a ciò, offre bei panorami. Una caratteristica interessante del percorso è Žeravice, dove J. A. Comenius, il "maestro delle nazioni", fu ordinato sacerdote. Successivamente, si raggiunge Chřiby, un'area molto interessante non solo dal punto di vista naturalistico ma anche storico. Lasciatevi incantare da romantici angoli di foresta con rocce, pozzi, ruscelli, valli profonde e luoghi con viste lontane e molti siti archeologici.

Levý Hradec - Velehrad

Il collegamento della Boemia e della Moravia tra Levý Hradec e Velehrad continua con i suoi tocchi estremi verso gli antichi nodi della diffusione della fede, dell'educazione e della cultura, originariamente in direzione da est a ovest, come sappiamo. Oggi, il percorso di pellegrinaggio, con una tradizione di 40 anni, è diretto principalmente a est verso Velehrad, il più importante luogo di pellegrinaggio del nostro Paese. Dalla chiesa di San Clemente a Levý Hradec, la più antica chiesa in piedi della Boemia, il percorso si snoda attraverso la nostra capitale, passando per il Castello di Praga e lungo il fiume Moldava, passando per l'antico centro di apprendimento slavo, Emmaus sotto Vyšehrad. A Kunratice, lascia Praga in direzione del famoso Parco di Průhonice e continua a salire lungo il bacino del fiume Botič fino alla sua sorgente, da dove si inabissa nelle profondità delle foreste lungo il fiume Sázava. Nonostante la fama delle birrerie locali di Velke Popovice e Kácov, questa regione è dominata dalla città di Sázava con il suo monastero, dove San Procopio millenni fa ha dato vita alla liturgia e alla scrittura slava per la parte occidentale del nostro Paese. Passando per i meandri della Sázava con vista sui castelli e i palazzi di Rataj, Český Šternberk, Zruč, Ledeč o Světlá, il nostro cammino si fermerà in un altro luogo di pellegrinaggio a Ždár na Zelená Hora con la chiesa di San Giovanni Nepomuceno, decorata con l'architettura di Santini. Dopo aver attraversato lo spartiacque, quando lasciamo il bacino della Sázava ed entriamo in quello della Svratka, la chiesa locale dei Santi Cirillo e Metodio a Vítochov, vicino a Bystřice nad Pernštejnem, ci ricorda il nostro avvicinamento a Velehrad, non solo venendo in Moravia. Da Bystřice, la strada scende lentamente ma costantemente verso Tišnov, con il suo monastero romanico ..... Con la tradizione... Una tappa più avanti, il monastero paolino di Vranov, con il suo aspetto silenzioso, ci introduce simbolicamente nella natura sfrenata del Carso moravo, attraverso il quale passeremo in mezzo a boschi profondi fino a Křtiny, alla chiesa di pellegrinaggio che porta il nome della Vergine Maria, ancora una volta per caso dalla mano di Santini. La parte finale del percorso di pellegrinaggio, attraverso il famoso Slavkov fino agli altipiani di Chřiby, offre una visita al castello di Buchlov, oltre a tranquilli e lunghi sentieri nei boschi lungo la cresta di Chřiby, fino al momento in cui si apre davanti al pellegrino la sospirata discesa a Velehrad e la vista della cattedrale.

Perché percorrere i sentieri della Via Cirillo-Methodiana?

I sentieri a lunga percorrenza della Via Cirillo-Methodiana invitano a visitare luoghi di pellegrinaggio e siti archeologici che hanno contribuito in modo significativo allo sviluppo della cultura slava. Sono segnalati in entrambe le direzioni e incoraggiano a vagare senza confini, non solo statali.

Cosa si può ottenere?

Forse a tutti piace portare con sé qualcosa dalle escursioni, sia che si tratti di oggetti turistici che di souvenir. Se avete intenzione di percorrere la Via Cirillo-Methodiana, abbiamo preparato i seguenti materiali stampati per motivarvi a percorrere il sentiero: