Via Cirrilo-Methodiana - Itinerario culturale del Consiglio d'Europa

Bunč - Velehrad

Il monumento naturale Komínky

Il monumento naturale Komínky rappresenta la parte rocciosa superiore della cresta boscosa dei Monti Chřibů, che si estende dalla valle di Kudlovická verso Bunč. Si dice che gli abitanti del luogo accendessero fuochi per segnalare il pericolo. I camini di Chřiby formano una cintura lunga 40 metri di scogliere isolate di arenaria e rocce di varie forme, dimensioni e altezze a un'altitudine compresa tra 480 e 520 metri sul livello del mare. Le rocce di arenaria di Magura si trovano sulle pendici e sulla cima del Komínky (520 m), a circa 1 km a est del centro ricreativo di Bunč. All'inizio del XX secolo, i cacciatori delle famiglie nobili venivano spesso qui. Tra questi c'era Francesco Ferdinando d'Este nel 1903. Fu per amore di Sua Altezza che l'amministrazione della tenuta fece scolpire sulla cima della scogliera dei comodi gradini con ringhiere. Gli operai locali inserirono le recinzioni in ferro in buche scavate e innaffiarono le travi con zolfo liquefatto. Purtroppo, però, lo zolfo prese fuoco e l'area intorno alla cima si incendiò. Il fumo della montagna spaventò a tal punto la gente del posto che iniziarono a diffondersi voci di un antico risveglio del vulcano. Purtroppo, questa "non verità" non fu riportata solo dai giornali locali dell'epoca, ma anche dai media stranieri dell'epoca.

Si dice anche che le Rocce di Komín siano il "centro" della Moravia. È certo che la bellezza della natura locale, il silenzio della foresta, i pozzi e i punti panoramici della regione delizieranno il cuore di ogni amante della natura. Sotto la vetta noterete una lastra di marmo in una delle pietre. Si tratta di un monumento commemorativo del capo dell'11° gruppo scout di Kromeriz, morto tragicamente qui nel 1998.

Fonte: www.kudyznudy.cz