Via Cirrilo-Methodiana - Itinerario culturale del Consiglio d'Europa

Kojetín - Kroměříž

Castello di Chropyne

Un racconto popolare su Re Ječmínk è legato alla città nelle pianure di Haná. Il castello locale ospita le mostre del pittore Emil Filla, nato a Chropyň (1882-1953), uno dei più importanti rappresentanti del cubismo europeo. Il castello di Chropyně, costruito nello spirito del manierismo all'inizio del XVII secolo, vanta interni e un'esposizione museale dedicata alla storia, alla cultura e alla piscicoltura locali. Il castello espone anche armi della Guerra dei Trent'anni e delle successive Guerre Turche e un monumento commemorativo del compositore e direttore del Teatro Nazionale, Emil Axman.

Al primo piano si trovano la Sala dei Cavalieri e la Sala dell'Orzo, nelle sale adiacenti viene delineata la storia di Chropyně, a partire dalla preistoria, la storia dell'agricoltura locale, della piscicoltura, della cultura popolare. Al secondo piano del castello si trova un monumento commemorativo del famoso nativo di Chropyně, il pittore, scultore e grafico Emil Filla (1882 - 1953), uno dei principali rappresentanti dell'espressionismo e del cubismo nell'arte ceca. Oltre a dati bibliografici dettagliati, sono esposti esempi dell'opera grafica di Filla, come il ciclo di dieci acqueforti originali Herakles del 1946. Le stanze adiacenti, la cosiddetta Sala del Camino e la Camera da letto, sono arredate con mobili d'epoca provenienti dalle collezioni del Museo di Kroměříž.

Dal 1985, il parco del castello ospita ogni due anni il popolare festival Hanácké, un evento volto a preservare e rinnovare le tradizioni folcloristiche della regione. I festeggiamenti sono sempre accompagnati da una fiera con dimostrazioni di artigianato tradizionale e attrazioni da luna park, oltre che da esibizioni di gruppi musicali rinomati come gli Hradistan. I festeggiamenti di Hanácké si tengono a Chropyně ogni anno dispari, alla fine di maggio.

Fonte: www.kudyznudy.cz